Pier78

Un commovente video sull’amore dei genitori per i figli

genitori

Avete mai notato quante volte i genitori dicano ai loro figli che non hanno fame anche quando il loro stomaco “dice” il contrario?

Oppure quante volte una mamma o un papà trovino tempo per i figli nonostante abbiano molte, moltissime cose da sbrigare tra casa e lavoro? Con quanta pazienza si mettano ad insegnare al figlio a camminare, andare in bicicletta, risolvere addizioni e sottrazioni o studiare una qualsiasi materia di scuola?

I genitori, quando assumono quel ruolo, diventano una sorta di supereroi per i loro figli e questo video dimostra, qualora ce ne fosse bisogno, i sacrifici di un padre vedovo per il proprio figlio perché questi abbia un’infanzia felice e spensierata nonostante la difficoltà di essere rimasto senza mamma.

Essere genitore è il lavoro più difficile ma gratificante del mondo.

Quando la moglie è scomparsa per una terribile malattia, il padre è rimasto solo con il figlio, vestendo i panni di entrambi i genitori e il bambino con il trascorrere del tempo si è accorto che il padre non ha mai detto quello che in realtà avrebbe voluto o potuto dire.

Non ha mai detto di essere stanco, non ha mai detto di essere affamato e non ha mai detto che il figlio lo avesse deluso per qualcosa.

Scoprendo il problema di salute del padre però il piccolo Ohm si è accorto di quante volte il padre sia rimasto in silenzio per offrire al figlio il meglio possibile.

Da figli, raramente si notano le piccole cose che i genitori fanno per noi e a volte non dicono quanto ci amino a parole ma ciò che fanno e i loro sacrifici sono le più grandi dimostrazioni d’amore che possano compiere.

Può darsi che sia banale dirlo o ricordarlo ma in questo momento potrebbe essere utile, se possibile, ringraziare i genitori per l’amore che ci hanno sempre offerto. Anche – e soprattutto – quando ci hanno detto “no” o fatto stare male, perché anche quel momento ha contribuito alla nostra crescita.

Condividete il video e fate sapere che persone magnifiche possano essere i genitori.

Pier

Mi chiamo Pierpaolo ma per tutti, da sempre, sono Pier. L'anagrafe dice che io sia nato - come suggerisce il sito - nel 1978 ma spesso ho dei dubbi. Da sempre sono appassionato di tecnologia. Nel 2005 mi sono innamorato di Apple e da allora non ho mai smesso di seguirla.
Sono editor su iSpazio, il primo blog italiano del mondo Apple per cui pubblico notizie e redazionali.
Sono papà di Leonardo, il mio amore più grande.
Le mie altre passioni sono la lettura e la scrittura. Mi piace la musica e il calcio. Tifoso della Juventus, sono stato arbitro di calcio, cosa che mi ha permesso di vedere lo sport da un'altra angolazione.

Seguimi su Instagram

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.