Pier78

I robot saranno in grado di percepire il dolore

I ricercatori Johannes Kuehn e Sami Haddadin della Leibniz University di Hannover stanno studiando un modo affinché anche i robot possano percepire una sorta di dolore.

Grazie ad un sistema nervoso creato artificialmente, i robot potranno mettersi in salvo da situazioni considerate potenzialmente pericolose per il loro sistema di circuiti. Un’elevata pressione o temperatura infatti li porterà a ritrarsi in tempo utile per salvaguardare la loro salute.

A differenza dei precedenti progetti, con robot capaci di reagire di riflesso ad alcune particolari situazioni, l’idea dei due ricercatori si basa su sensazioni tattili precise che provocano una reazione con un vero e proprio stimolo doloroso. La struttura del sistema, spiegano, è ispirata alla pelle umana e, proprio come per le persone, l’informazione viene trasmessa al cervello elettronico del computer con scariche elettriche ripetute.

Nel futuro prossimo quindi, se questo esperimento dovesse portare i risultati sperati, i robot potranno diventare dei tester ancora più precisi di quanto non lo siano adesso in diversi campi per assicurare la piena salute per gli esseri umani.

Pier

Mi chiamo Pierpaolo ma per tutti, da sempre, sono Pier. L'anagrafe dice che io sia nato - come suggerisce il sito - nel 1978 ma spesso ho dei dubbi. Da sempre sono appassionato di tecnologia. Nel 2005 mi sono innamorato di Apple e da allora non ho mai smesso di seguirla.
Sono editor su iSpazio, il primo blog italiano del mondo Apple per cui pubblico notizie e redazionali.
Sono papà di Leonardo, il mio amore più grande.
Le mie altre passioni sono la lettura e la scrittura. Mi piace la musica e il calcio. Tifoso della Juventus, sono stato arbitro di calcio, cosa che mi ha permesso di mettere un po' da parte il tifo e vedere lo sport da un'altra angolazione.

Seguimi su Instagram

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.