Pier78

Quanto è brutta la Smart Battery Cover di Apple?

Apple ha presentato una cover con batteria integrata per iPhone 6/6S, la Smart Battery Cover, che in una scala di voti da 0 a 10, per la sua bruttezza, merita 119, come il prezzo a cui viene venduta.

La Smart Battery Cover protegge gli iPhone da colpi accidentali come la custodia normale ma, grazie alla batteria inglobata nella parte posteriore, garantisce una maggiore durata della batteria del telefono. Quando iPhone è inserito nel guscio siliconico incinta, prima viene consumata l’energia fornita dalla Smart Battery Cover e poi quella del telefono.

La forma sembra ricordare la gravidanza, è una cover col pancione solo che, a differenza della meravigliosa immagine dello stato femminile, questa è davvero brutta. A me ha ricordato, d’istinto, l’Airbus Beluga.

airbus-beluga-nr1_l3929

smart battery case apple

Qualcosa con qualcosa addosso, tipo un parassita, solo che in questo caso invece di assorbire, elargisce. C’erano già diverse soluzioni di cover con batteria integrata, alcune decisamente buone, altre così così e poi quelle scadenti tra cui non vorrei finisse anche questa, sebbene questa volta i designer Apple ce l’abbiano messa tutta.

A parte la forma, costa più delle altre (come dicevo, la Smart Battery Cover costa € 119,00) perché porta con sé novità che gli altri si sognano: è realizzata con lo stesso silicone della cover tradizionale, ha il logo Apple stampato sul retro, ha un led per indicare che sia in carica. Vi pare poco?

Sul silicone con cui è realizzata, niente da dire. Io ho la cover tradizionale ed è piacevole al tatto. Riguardo il logo Apple, sappiamo già che ogni prodotto lo riporti ottiene automaticamente un aumento del prezzo. E sul led posizionato all’interno della cover, così che con iPhone abbinato non si veda, ne vogliamo davvero parlare?

In più è più spessa della tradizionale quindi se si usano auricolari con un jack leggermente diverso da quello Apple, risulta difficile l’inserimento. Cioè…l’hanno pensata proprio bene, imperfetta nei minimi particolari.

Pier

Mi chiamo Pierpaolo ma per tutti, da sempre, sono Pier. L'anagrafe dice che io sia nato - come suggerisce il sito - nel 1978 ma spesso ho dei dubbi. Da sempre sono appassionato di tecnologia. Nel 2005 mi sono innamorato di Apple e da allora non ho mai smesso di seguirla.
Sono editor su iSpazio, il primo blog italiano del mondo Apple per cui pubblico notizie e redazionali.
Sono papà di Leonardo, il mio amore più grande.
Le mie altre passioni sono la lettura e la scrittura. Mi piace la musica e il calcio. Tifoso della Juventus, sono stato arbitro di calcio, cosa che mi ha permesso di mettere un po' da parte il tifo e vedere lo sport da un'altra angolazione.

Seguimi su Instagram

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.