Pier78

Milionario inglese accusato di stupro si difende «Le sono caduto sopra»

Ho letto una notizia dal titolo contraddittorio e ho voluto approfondire per capirne di più. In Inghilterra, un milionario accusato di stupro, si è difeso dicendo «non volevo violentarla, le sono caduto sopra».

La strampalata tesi è di Ehsan Abdulaziz, 46enne milionario inglese (come dimostra il suo nome) che ad agosto, dopo una notte in discoteca con due ragazze, entrambe diciottenni, che hanno acconsentito a seguirlo in camera una volta uscite dal locale.

Mentre lui ne portava in camera una, quella con cui aveva stretto amicizia, l’altra si addormentava sul divano e si svegliava quasi all’alba mentre l’uomo era dentro di lei.

La ragazza ha denunciato l’uomo per stupro mentre lui ha sostenuto di non aver avuto alcun rapporto con lei, salvo poi cambiare strategia difensiva quando sul corpo della diciottenne sono state trovate tracce del suo DNA. Solo che la tesi di difesa è veramente ridicola: Ehsan Abdulaziz dice che sarebbe caduto sopra la ragazza e forse, cadendo, potrebbe averla penetrata. Sembra assurdo, ma ha proprio dichiarato questo.

Tra i vari siti che riportano la notizia, ovviamente, c’è una sfilza di commenti contro il milionario e, se di violenza si sia trattato, merita di trovarsi di fronte qualcuno che, cadendo, possa evirarlo.

Però, leggendo tra i vari commenti, non ho trovato nessuna ipotesi contraria.

Attenzione, lo preciso fin da subito, non sto né voglio prendere la difesa di questo individuo. Ma qualche dubbio mi viene.

Premesso che sulla rete circolano tesi di complotto per qualsiasi avvenimento di cronaca, per cui tutto accadrebbe per una motivazione ben precisa e studiata a tavolino dagli uomini più potenti della Terra, com’è che non sorga anche una sola incertezza riguardo questa storia? Non parlo di complotti degli Illuminati o di qualche setta segreta.

Una delle due conosce Ehsan Abdulaziz da qualche mese, inizia a frequentarlo scoprendo che si tratti di un milionario. Non conoscendo nulla della ragazza, presumo che l’uomo abbia fascino e carisma da vendere e siano quelle le caratteristiche che abbiano creato interesse verso il 46enne.

Questa parla con un’amica, la sera si trovano in discoteca dove c’è anche lui ed entrambe decidono di seguirlo in camera. Non che siano state trascinate con la forza, ci vanno di loro spontanea volontà.

Era già difficile comprendere quali fossero le intenzioni dell’uomo? Ammettiamo di sì, che lui sia l’ultimo dei santi. Visto che l’articolo non ne parla, non parlo nemmeno di io di effetti di alcool o altre sostanze.

Vanno in camera e l’amica del milionario va nella sua camera da letto, l’altra resta a dormire sul divano. Verso mattina, dopo che la coppia si è divertita in camera da letto, lui esce per andare a prendere un bicchier d’acqua ancora nel pieno della sua virilità e trova l’amica che dorme sul divano.

A meno che la ragazza non fosse già nuda, per violentarla avrebbe dovuto spogliarla anche solo in parte. E per aver abusato di lei avrà dovuto compiere qualche movimento anche al corpo della ragazza. Ma questa non si accorge di niente. Si sveglia e se lo trova disteso sopra e dentro di lei.

Solo allora lo spinge via, scappa e chiama gli amici che avvertono la polizia.

Non voglio entrare nei dettagli su quale sia la mia teoria. Ripeto quanto scritto all’inizio, sull’evirazione dello stupratore, ma forse la scena è stata montata (ho scritto la scena!) a dovere o forse sono solo troppo maligno e prevenuto.

Pier

Mi chiamo Pierpaolo ma per tutti, da sempre, sono Pier. L'anagrafe dice che io sia nato - come suggerisce il sito - nel 1978 ma spesso ho dei dubbi. Da sempre sono appassionato di tecnologia. Nel 2005 mi sono innamorato di Apple e da allora non ho mai smesso di seguirla.
Sono editor su iSpazio, il primo blog italiano del mondo Apple per cui pubblico notizie e redazionali.
Sono papà di Leonardo, il mio amore più grande.
Le mie altre passioni sono la lettura e la scrittura. Mi piace la musica e il calcio. Tifoso della Juventus, sono stato arbitro di calcio, cosa che mi ha permesso di mettere un po' da parte il tifo e vedere lo sport da un'altra angolazione.

Seguimi su Instagram

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.