Pier78

L’anniversario di morte di William Shakespeare nel doodle di Google

Nel doodle odierno Google celebra il 400° anniversario di morte di William Shakespeare, drammaturgo e poeta inglese, considerato come il più importante scrittore in lingua inglese e generalmente ritenuto il più eminente drammaturgo della cultura occidentale.

La sua vita è avvolta nel mistero. Chi era davvero William Shakespeare? Un genio della piuma d’oca intinta nel calamaio o solo un qualunque individuo, anche poco colto, con la fortuna di essersi trovato al posto giusto nel momento giusto? Nessuno può rispondere anche perché esistono pochi documenti che lo riguardano e quei pochi non fanno che aumentare dubbi e curiosità.

Fu lui l’autore di Romeo e Giulietta, del Mercante di Venezia oppure della sua vita va ricordato solo quanto riportato dal critico George Steevens che di lui scrisse «Nacque a Stratford-upon-Avon, si fece là una famiglia, andò a Londra, fece l’attore e lo scrittore, tornò a Stratford, fece testamento e morì»?

Tutto quello che è stato detto di lui, a corollario di questa lapidaria biografia, sono ipotesi così come ipotetici sono i ritratti che lo riguardano, realizzati dopo la sua morte da artisti che non l’avevano mai visto.

E c’è chi pensa anche che Shakespeare fosse solo un prestanome che serviva a celare un nome italo-inglese come vero autore delle opere che voleva restare anonimo (John Florio) e che aveva bisogno di un socio introdotto nell’ambiente letterario d’Oltremanica.

Sono passati 400 anni dalla sua morte ma il mistero resta rinchiuso nella biblioteca di William III di Pembroke a cui John Florio aveva lasciato in eredità tutte le sue opere e che ancora restano vietate agli studiosi forse per difendere un mito dell’Inghilterra che ricordano ma di cui nessuno sa niente.

Pier

Mi chiamo Pierpaolo ma per tutti, da sempre, sono Pier. L'anagrafe dice che io sia nato - come suggerisce il sito - nel 1978 ma spesso ho dei dubbi. Da sempre sono appassionato di tecnologia. Nel 2005 mi sono innamorato di Apple e da allora non ho mai smesso di seguirla.
Sono editor su iSpazio, il primo blog italiano del mondo Apple per cui pubblico notizie e redazionali.
Sono papà di Leonardo, il mio amore più grande.
Le mie altre passioni sono la lettura e la scrittura. Mi piace la musica e il calcio. Tifoso della Juventus, sono stato arbitro di calcio, cosa che mi ha permesso di mettere un po' da parte il tifo e vedere lo sport da un'altra angolazione.

Seguimi su Instagram

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.