Pier78

Acne sul viso, scopri da cosa possa dipendere

acne sul viso

Acne sul viso? Probabilmente può dipendere da una stabilizzazione degli ormoni nel tuo corpo, ma non sempre è così.

Se facessi una visita dal dermatologo sicuramente saprebbe dirti la loro provenienza e da quali fattori dipendano. Intanto potresti iniziare con una mappatura del volto che riesce ad indicare quale sia l’origine delle eruzioni cutanee sulla tua pelle.

La mappatura del volto è una pratica che sta diventando sempre più comune nei centri di bellezza specializzati. Combina l’Ayurveda con l’antica medicina cinese a cui si aggiunge il livello raggiunto dalla scienza attuale così da permettere di spiegare in che modo l’acne sul viso possa trovare collegamenti con altre parti del corpo.

In parole povere pensa al tuo viso come ad una cartina geografica, tipo quelle che si vedono nei fumetti per individuare il tesoro dei pirati. Le X non indicano il tesoro ma la zona del viso che trova corrispondenza in un’altra zona del corpo.

Sapendo cosa provochi l’acne sul viso potrai intervenire sia per curare i brufoli antiestetici ma anche curare un problema di salute che magari stavi sottovalutando da tempo.

Acne sul viso, conosci la sua provenienza dalla mappatura del viso

acne sul viso

 

Zona 1 e Zona 2 – Apparato digerente: l’acne in questa parte del viso indica che dovresti cercare un’alimentazione più sana, riducendo la quantità di grassi e, contemporaneamente, aumentando l’assunzione di acqua per idratare meglio il tuo corpo.

Zona 3 – Fegato: elimina l’alcool, cibi grassi e prodotti derivati dal latte, tipo i formaggi. In questa zona si manifestano anche le allergie alimentari quindi controlla gli ingredienti. In più, cerca di fare esercizio fisico per almeno 30 minuti al giorno e aumenta le ore di riposo per permettere al tuo fegato di riposare.

Zona 4 e Zona 5 – Reni: Tutto quello che compare nella zona degli occhi, comprese le occhiaie, indica che non sei sufficientemente idratato. Bevi!

Zona 6 – Cuore: Controlla la pressione sanguigna e i livelli di vitamina B. Potresti ottenere dei benefici riducendo l’assunzione di cibo piccante, la quantità di carne e restando di più all’aperto. Inoltre dovresti verificare il livello di colesterolo per sostituire i cibi grassi negativi con i grassi positivi o buoni tipo Omega 3 e 6 che trovi nelle noci, nell’avocado, nel pesce o nei semi di lino.

Zona 7 e Zona 8 – Reni: Sì, ancora loro. Bevi di più ma bevi bene, eliminando le bevande gassate, il caffé e l’alcool che invece di idratarti ti farà perdere liquidi.

Zona 9 e Zona 10 – Sistema respiratorio: Fumi? Soffri di qualche allergia? L’acne presente in questa zona indica qualche disturbo nel tuo sistema respiratorio. In ogni caso riduci lo zucchero, praticando attività all’aria aperta e cerca di mantenere il tuo corpo più alcalino consumando meno carne, latte e derivati, alcool e caffeina ma preferendo verdure verdi e succo di erba di grano.

Zona 11 e Zona 12 – Ormoni: L’acne in questa zona deriva dallo stress o dagli sbalzi ormonali. Si tratta di due aspetti a volte inevitabili ma potresti tenerli sotto controllo con una quantità di ore di sonno adeguata, la giusta idratazione, l’alimentazione corretta. Per l’universo femminile significa anche che è in corso l’ovulazione nel lato corrispondente.

Zona 13: Stomaco: Aumenta l’assunzione di fibre, riduci il sovraccarico di tossine e bevi tè alle erbe per aiutare la digestione.

Zona 14: Attacco al sistema immunitario:  – Brufoletti in questa zona possono indicare che il tuo corpo sta respingendo un attacco batterico per evitarti una malattia. Non ti preoccupare, rilassati, riposati e lascia che i tuoi anticorpi organizzino l’attacco finale per sconfiggere il nemico.

Quindi, la prossima volta che ti capiterà di rimirare un brufolo allo specchio, immagina il tuo viso suddiviso in queste 14 zone e pensa che la tua pelle sta cercando di comunicarti qualcosa, fa da messaggero per uno dei tuoi organi interni.

Naturalmente quando si parla di salute non basta leggere un post su un blog per avere la risposta più sicura ma è sempre meglio consultare un medico (un dermatologo in questo caso) perché ti fornisca la giusta prognosi.

Via

 

Pier

Mi chiamo Pierpaolo ma per tutti, da sempre, sono Pier. L’anagrafe dice che io sia nato – come suggerisce il sito – nel 1978 ma spesso ho dei dubbi. Da sempre sono appassionato di tecnologia. Nel 2005 mi sono innamorato di Apple e da allora non ho mai smesso di seguirla.
Sono editor su iSpazio, il primo blog italiano del mondo Apple per cui pubblico notizie e redazionali.
Sono papà di Leonardo, il mio amore più grande.
Le mie altre passioni sono la lettura e la scrittura. Mi piace la musica e il calcio. Tifoso della Juventus, sono stato arbitro di calcio, cosa che mi ha permesso di mettere un po’ da parte il tifo e vedere lo sport da un’altra angolazione.

Seguimi su Instagram

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.